Nuovo album dei Korpiklaani: Ukon Wacka

In ritardo di due mesi sono venuto a conoscenza dell’uscita del nuovo album dei Korpiklaani, Ukon Wacka.
L’ho ascoltato almeno un centinaio di volte, è davvero stupendo. Tutto in finlandese, a dispetto della comprensione dei testi la musica è notevolmente migliorata rispetto all’album precedente, Karkelo. Fatta bene Tequila, sull’onda di Vodka. Da notare Tuoppi Oltta, splendida intro strumentale, e melodia trascinante.
E la title track, Ukon Wacka, fatta in collaborazione con un altro artista finlandese, fa venire i brividi: profonda e potente, esprime bene la loro vena “sciamanica” con un ritmo lento e scandito dalle chitarre di Jonne e Cane.
Come ultima traccia, c’è inoltre una cover dei Motorhead di Iron Fist, “folkizzata” alla perfezione.
Ecco il link alla playlist contenente tutte le tracce dell’album, in ordine, creata da me

Per chi non conoscesse i Korpiklaani, essi sono un gruppo folk metal finlandese, con all’attivo sei album, più due con il vecchio nome di Shaman.
E ogni album è più bello dell’altro: melodie sempre più affinate, miglioramento del connubio tra il metal e il folk, e l’incredibile capacità di non far stonare una fisarmonica assieme a una chitarra distorta. La voce del cantante, Jonne Jarvela, è magnifica: profonda e potente, sia negli alti che nei bassi, che affronta senza paura.
A lui si affiancano altri cinque membri: la batteria di Johansson, il basso di Aaltonen, la seconda chitarra di Savijärvi (detto “Cane” e brutto come la fame, ma bravo e fedele: è nella la band dalla sua formazione), e i due membri più folk: Lemmetty, con il violino, il flauto, e un particolare strumento finlandese, lo jouhikku, e Kauppinen, che suona con incredibile abilità la fisarmonica.

Stile particolare dei Korpiklaani è la fusione del metal con una danza tipica finlandese, la humppa, ma anche con lo joik, un bellissimo genere di musica che si ispira alla natura.

Vi segnalo qualche loro canzone:
Vaarinpolka, dal loro ultimo album, si può apprezzare la destrezza del fisarmonicista
Suden Joiku, questa canzone è un capolavoro dell joik. Il titolo significa letteralmente “joik del lupo”, fa parte dell’album Korven Kuningas, uno dei più spirituali e, a mio parere, dei migliori.
Palovana, la prima che ho sentito di loro. Fonde splendidamente l’anima folk e metal
Vodka, questa da la carica di brutto! Yeah Vodka!!

Ukon Wacka
La copertina del loro ultimo album, Ukon Wacka