Io odio Internet Explorer

Devo esternare il mio odio totale e completo verso Internet Explorer!

Fino alla versione 8 (9 e 10 le salvo perchè non le ho mai usate… ma chissà!) non ha uno scopo pratico se non quello di ingombrare il PC dell’utente. A lui sembra buono, perchè ha visto solo quello e non se ne intende minimamente, poi se lo ritrova già installato con Windows, quindi è OK.

E’ un browser schifoso, senza scopo di vita oltre a quello di dannare noi poveri webmaster. Succede sempre così: su Chrome va, su Firefox pure, su Opera tutto a posto, su IE sballato. Non funziona mai un accidente, se ne frega di ogni standard del web, di ogni regola, preferendo regole assurde e mai viste inventate da quel branco di sviluppatori incapaci! Anche cose stupide come impostare la trasparenza di un elemento devono sfruttare un exploit su IE, nonostante su tutti gli altri browser vada. Regolarmente si hanno i normali fogli di stile e quello per IE. Perchè lui è specialmente idiota, ha bisogno di cose tutte sue.

E non puoi fregartene, perchè è ancora usato dalla stragrande maggioranza degli utenti, ed escluderli sarebbe come rimuovere totalmente un buon 70% di visitatori del tuo sito.

Io penso a quella mandria di programmatori di serie Z– che hanno creato non una sola versione, ma ben OTTO versioni di m**da!! Ma cosa hanno nella testa? Dovrebbero essere persone che comprendono la nostra frustrazione e dopo una versione fatta male, ne cominciano a fare una così così e poi fanno quella OK. Come si dice: errare è umano, perseverare è diabolico. O come direbbe chi-so-io, errare è umano, scorrere è ramarro.

Quindi, fate un piacere a me e a tutti i programmatori del mondo: scaricate Chrome o Firefox. Non è solo un nostro capriccio, ma aumenta notevolmente la user experience (che è un modo figo per dire che le cose le vedi/fai meglio).
Io consiglio Chrome (che utilizzo): veloce, semplice ma funzionale, molte opzioni per chi vuole smanettare, poche per chi non vuole trappolare.
Visto che sono un’anima di buon cuore, vi posto anche i link di download:

Cestinate IE, vi prego!

Gelmini, che combini!

Come risaputo Mariastella Gelmini è una persona intelligente, colta e informata. Grazie a lei, ora ci è nota la presenza del tunnel CERN – Gran Sasso, lungo 730km e costato soltanto 45 milioni di euro!


Ufficio Stampa

Roma, 23 settembre 2011

Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini
“La scoperta del Cern di Ginevra e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è un avvenimento scientifico di fondamentale importanza.”

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.

Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.

Inoltre, oggi l’Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.

Riporto un po’ di tweets simpatici che stanno spopolando con l’hastag #tunnelgelmini

“Il Freccia Rotta è il nuovo treno superveloce, che, sfruttando il #tunnelgelmini, ti porta da L’Aquila a Ginevra in 38 nanosecondi”

“Napolitano in visita ufficiale al #tunnelgelmini chiede ai neutrini di abbassare i toni.”

“È un grande risultato: il limite della velocità della luce era una pesante eredità lasciataci dal precedente governo. #TunnelGelmini”

“Adesso almeno sappiamo dove sono finiti i soldi tagliati alle Università negli ultimi tre anni. #tunnelgelmini”

“Il #tunnelgelmini è un grande motivo d’orgoglio per il nostro paese. Il fatto che materialmente non esista è un dettaglio irrilevante.”

“E’ ufficiale: la Presidenza del Consiglio dà il patrocinio per l’ampliamento del #tunnelgelmini fino a #Sucate.”

“Il Ministero si giustifica: ” Pensavamo fosse 1 Aprile” #tunnelgelmini”

E Famiglia Cristiana rincara la dose.
Buon divertimento, e ricordatevi di fare un giro al tunnel Gelmini 😉

Perche’ la scuola non funziona bene

Se non risucite a capire il video (che vi consiglio comunque di guardare, perchè è davvero bellissimo) ecco un piccolo riassunto.
Sir Ken Robinson è un pedaogista che negli ultimi anni si è occupato dell’educazione scolastica. Robinson critica l’attuale sistema, ideato 300 anni fa sulle idee illuministe e progressiste della prima rivoluzione industriale. Lo scolaro doveva uscire preparato per fare l’operaio in fabbrica, quello che doveva sviluppare era una conoscenza tecnica e non un modo di pensare. La scuola somiglia a una fabbrica: orari ben precisi, materie, campanella per la merenda. Invece di sviluppare i bambini intellettualmente, li inquadra su un unico modo di pensare.
Il modo in cui pensa un bambino è più vario, laterale come si dice, trova diverse risposte a una domanda, ne scava gli aspetti più profondi e fa domande spesso inaspettate per chi non pensa più così. Questo modo di pensare esuberante è represso dalla scuola, e spesso viene quasi confuso con l’ADHD,ossia sindorme da deficit dell’attenzione, malattia (fittizia) che in America va molto di moda: il bambino viene imbottito di psicofarmaci che lo inebetiscono, reprimono la sua mente in modo che stia calmo e docile a imparare “boring stuff”, cose noiose, invece di farsi distrarre dalla nuvola di pensieri che gli frullano in testa, frutto anche dei nuovi stimoli forniti dalla tecnologia.